lunedì 29 novembre 2010

A pezzi

Non provo più nulla per te, ma è più facile continuare a stare insieme che lasciarti... Sai, si è creata una certa abitudine, poi abbiamo troppi amici in comune, progetti... Sarebbe un casino se ti lasciassi.

Sono distrutta. Qualcuno raccolga i brandellini di cuore sparsi qua e là. Non riesco a respirare. Non riesco a pensare. Non riesco a fare niente se non riascoltare quelle parole mille volte nella mia testa. Forse sarebbe stato meno peggio se mi avesse lasciata... Non lo so.

P.S. Giusto perché le sfighe non vengono mai da sole, mi hanno rubato il portafoglio in facoltà, con dentro gli unici soldi che avevo, che per una volta non erano proprio pochi.

5 commenti:

  1. Eppure.

    Anche se in ritardo: buon ventiduesimo genetliaco!

    RispondiElimina
  2. Quanto tatto, tutto in una volta...

    RispondiElimina
  3. @Equilibrato: Grazie mille ^_^

    @Paul: Non dirlo -.-" Volevo prenderlo a sassate. Ma ti sembrano discorsi da fare?

    RispondiElimina
  4. Decisamente no...più che altro, tendono a svilire un tantino l'amor proprio della persona a cui sono rivolte.

    RispondiElimina
  5. Minchia però, che tatto...

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails